Prima Pagina Politica| Cronaca| Attualità| Cultura e spettacolo| Sport| Rubriche| Eventi e appuntamenti| Media|
Rugby
domenica, 24 marzo 2013 ore 00:08
Il "terremoto" di casa Amatori Rugby Monopoli

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta del nostro lettore Gianni Elefante


 

 

Gentile direttore,
con questa lettera intendo esprimere la mia profonda delusione per quanto accaduto in seno all’ Amatori Rugby, orgoglio consolidato della nostra MONOPOLI.
Seguendo con crescente passione la squadra , abbiamo sempre notato la passione grintosa del presidente Pietro Menga (da tutti confidenzialmente chiamato Franco) , sicuramente artefice di una crescita  sportiva del tutto inaspettata.
Ebbene, a fronte di tanto riscontrabile impegno, ultimamente si è dimesso  in blocco l’intero consiglio direttivo per costringere alle dimissioni anche il presidente ; la stampa locale ha minimizzato l’evento considerandolo alla stregua dei soliti disaccordi intestini, ma con questa lettera aperta intendo solidarizzare con chi ha veramente portato fra noi una vera ondata di rinnovamento, oggi così necessaria nella nostra Italia  e nella nostra Monopoli.
Se poi si considera il rugby uno sport “minore”, ancor più apprezzabile deve apparire lo sforzo e la tenacia dimostrata dal nostro presidente, sempre finalizzati  alla crescita della squadra e dell’impianto societario , sicuramente in buona fede, anche a costo di possibili disaccordi fra consiglieri.
Mi auguro quindi che non si mini alla base un’iniziativa rivelatasi miracolosa, che ha permesso a tanti giovani di crescere secondo i più nobili ideali di socializzazione , pratica sportiva e sviluppo sano del proprio carattere in un contesto sociale ormai tanto difficile ,
Per quanto sopra esposto , desidero esprimere il più sincero  ringraziamento al mio presidente Franco Menga.

Attibuzione - Non commerciale

   

 

Parole chiave: monopoli, amatori rugby, rugby

 






 

25.03.13 | 16:31

Gent.mo sig Elefante La decisione di azzerare il consiglio direttivo della società è stata una scelta dolorsa ma non più rinviabile alla luce della evidente ed insanabile frattura venutasi a creare tra il sig. Pietro (Franco) Menga e il resto del direttivo, giocatori, tecnici e personale; dell'intera società in definitiva. Pur riconoscendo al sig. Menga il merito di aver lavorato con grande passione e impegno è impensabile che una società che fa della condivisione e della compattezza i pilastri su cui edificare ogni progetto, possa porsi obiettivi ambiziosi con una guida non più sostenuta dalla base. Mi permetta di sottolineare inoltre che i risultati raggiunti in questi anni di presidenza Menga non sono certo esclusivo merito del "suo" presidente ma del serio lavoro svolto da TUTTI gli attori coinvolti (atleti e tecnici in primis). La ringrazio per il suo intervento e la invito a continuare a sostenere i nostri atleti negli impegni che continueranno ad affrontare dentro e fuori dal campo. Il vice presidente dimissionario Massimo Lapertosa

di Lapertosa Massimo

 

 

 

 

 

sabato 29 aprile 2017

Abbigliamento per lo sport e il tempo libero Selleria "Prestige"
Abbigliamento e articoli per l’equitazione e per il tempo libero
Spazio promozionale
Assistenza Aiuto
Powered by Gosystem