Prima Pagina Politica| Cronaca| AttualitÓ| Cultura e spettacolo| Sport| Rubriche| Eventi e appuntamenti| Media|
Editoriale
sabato, 30 marzo 2013 ore 16:17
Amministrative 2013: Chi la spunterÓ?

Un’analisi dello scacchiere politico in vista delle Elezioni del 26 e 27 maggio 2013

 

Ad ormai meno di due mesi dal voto, almeno sulle candidature a Sindaco per le imminenti Elezioni Comunali 2013 che si terranno il 26 e 27 maggio prossimi, il quadro politico cittadino comincia a delinearsi.

Prima il medico chirurgo Francesco Sorino, poi il Barone Vitantonio Colucci, seguiti dal Sindaco uscente Emilio Romani e dal Consigliere Comunale Michele Suma, i papabili candidati scesi in campo con un’unica ambiziosa prerogativa: vincere…

Ebbene si, perché in questo complesso scacchiere politico, reso vulnerabile e cangiante dal risultato elettorale delle scorse Elezioni Politiche 2013 del 24 e 25 febbraio scorsi, la sola preoccupazione da dei candidati Sindaci è quella di riuscire ad accaparrarsi una fetta sempre maggiore di elettorato per vincere al primo turno o quantomeno giocarsela fino in fondo, col secondo turno.

Il carisma o il programma sarà l’arma vincente della prossima Amministrazione Comunale?

Per il momento, la costituisce la coalizione.

Quanto più ampia possibile, garantisce al candidato Sindaco maggiore sicurezza.

Servirà una squadra giovane ed intraprendente o matura ed esperta nell’ambito politico?

Analizzando lo scenario, c’è chi questa volta sembra convinto della necessità di un continuo rinnovamento, mentre dall’altra, alcuni candidati consiglieri rappresentano la certezza di un certo bacino d’utenza.

Tuttavia, mentre da una parte si levano due candidature (Francesco Sorino e Vitantonio Colucci, n.d.r.) da subito decise quali fari di un nuovo percorso, i cosiddetti “dissidenti” dell’attuale Amministrazione Comunale e, la risorsa lavorativa d’altro canto, maggiormente tortuoso è il cammino degli altri due “guerrieri” (Emilio Romani e Michele Suma, n.d.r.).

Se il Sindaco uscente ha ben ponderato quest’ardua decisione, facendo tornare al pollaio alcune delle sue pecorelle smarrite, nonostante col suo charme e la sua trainante dialettica non vi sia riuscito con gli altri, decisamente insidiosa e meno naturale si è rivelata la convergenza sul candidato Sindaco PD Suma.

Dopo il “tira e molla” con l’ex Capogruppo PD Giampiero Risimini, da alcuni considerato il solo e vero candidato Sindaco che il centrosinistra avrebbe potuto esprimere, il nome dell’architetto Papio, il gioco primarie si primarie no con il Consigliere Ciaccia e la sacrificata scelta tra Suma e l’avvocato Fanizza, ritiratosi volontariamente dalla scena politica, l’escalation di Suma non rende perfettamente unito il partito, tanto da indurre il reggente Tamborrino a lasciare.

Sarà quest’incertezza a giocare un brutto scherzo al centrosinistra, favorendo nuovamente l’attuale Amministrazione Comunale o ci saranno ulteriori colpi di scena?

A decretarlo, coma al solito, saranno gli spietati elettori.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

 

Parole chiave: monopoli, elezioni, amministrative

 






 

Non sono presenti commenti

 

 

 

 

martedì 23 maggio 2017

Abbigliamento per lo sport e il tempo libero Selleria "Prestige"
Abbigliamento e articoli per l’equitazione e per il tempo libero
Spazio promozionale
Assistenza Aiuto
Powered by Gosystem