Prima Pagina Politica| Cronaca| Attualità| Cultura e spettacolo| Sport| Rubriche| Eventi e appuntamenti| Media|
Attualità
sabato, 6 aprile 2013 ore 01:58
La coscienza dell’ambiente

Domani, sabato 6 aprile alle ore 10 a Bari l’istituzione del forum regionale permanente. L’appuntamento è organizzato dal MoVimento “per la governabilità” XII Ottobre. Si terrà nello spazio Hub della Fiera del Levante. Si discuterà dell’ambiente, delle sue potenzialità e della sua relazione con l’economia. Al centro del dibattito anche la  realizzazione di un ecovillaggio e il no all’oleodotto di Monopoli

 

Bari - Un nuovo forum, che non si esaurirà una volta terminata la riunione.

C’è un passo ulteriore che i componenti del MoVimento “per la governabilità” XII Ottobre, organizzatori dell’evento, intendono ora compiere.

Si tratta dell’istituzione di un tavolo regionale permanente di discussione sul tema dell’ambiente. “La coscienza dell’ambiente” è infatti il nome dato al prossimo appuntamento che si terrà sabato 6 aprile alle ore 10 presso la Fiera del Levante - Padiglione 129 - nella sala eventi dello spazio “Hub Bari”. Molteplici i relatori pronti ad intervenire.

Tra loro Francesco Bretòne Magistrato, Tino Ferrulli comitato "Proambiente" – Modugno, Fabio Matacchiera "Fondo Antidiossina" – Taranto, Gianluca Aresta Architetto Ass. "Monopoli in MoVimento" – Monopoli, Eugenio Lombardi Architetto "Laboratorio Urbano" – Bari, Oreste Garoppo Ass. "Ambiente e Salute" – Lecce e Giuseppe Maiorano Ingegnere e ricercatore "Cyber Island - l'Isola del Risveglio" – Palese.

A moderare l’incontro, condotto da Roberto Lorusso, esperto in pianificazione strategica per la sostenibilità, ci sarà il giornalista Gianni Lannes.

Gli esperti risponderanno ad una serie di domande sulla formazione della coscienza ambientale, sui rapporti tra economia e ambiente, sugli interventi che lo hanno devastato.
L’ecovillaggio e il no all’oleodotto di Monopoli – Un sogno che si vuole far diventare realtà.

Anche di questo si parlerà durante il forum, visto il particolare interesse che sta suscitando l’idea di realizzare in Puglia un EcoVillaggio.

Di tale argomento si è recentemente parlato a Monopoli e ad Oria con Gianluca Aresta, Gaetano Atman Uno, Dànilij Laerzio.

Ma c’è anche la proposta di realizzare strutture residenziali totalmente indipendenti a partire da Bari, proposta tra gli altri da Giuseppe Maiorano.

“L’ecovillaggio - spiega Aresta - rappresenta un modo di vivere alternativo, all’insegna della sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

La coltivazione dei prodotti vegetali viene consumata dalla comunità che vive in questo ambiente, ma non è detto che non si destini parte della produzione all’esterno.

L’ecovillaggio sarebbe una realtà diversa, e di tanto in tanto potrebbe essere visitato dagli esterni”. In quest’ottica di tutela e di rispetto dell’ambiente, viene espresso anche il chiaro no alla realizzazione dell’oleodotto a Monopoli.

Un’opera faraonica progettata dalla Casa Olearia Italiana che comprometterebbe la costa a nord della città in maniera irreparabile. Di questo relazionerà l’ingegner Lorenzo Masi, spiegando le ragioni di questa opposizione per questioni di natura ambientale, ma anche urbanistiche. Non è esclusa la presenza del sindaco di Monopoli, Emilio Romani, che con la sua amministrazione e con la parte tecnica si è opposto con le carte alla realizzazione di questo terminale marittimo.
Il sostegno di Legambiente e degli altri comitati – Vista l’importanza dei temi in agenda, è arrivato il sostegno anche dal circolo Legambiente area metropolitana di Bari con il suo responsabile Gianfranco Algeri. “Legambiente – dice Algeri– supporta questa iniziativa.

E’ nostro interesse fare rete con associazioni ambientaliste e con cittadini sensibili a questi argomenti. Tutto ciò che fa aumentare la capacità di osservazione del territorio e il suo monitoraggio merita attenzione. E questo è un forum in linea con la nostra missione.

Ci piacciono le iniziative che migliorano l’informazione ai cittadini, così abbiamo deciso di contribuire alle spese per l’organizzazione di questo evento”.

Quella di Legambiente non è l’unica adesione al forum.

Vi parteciperanno anche il Movimento No petrolio che si è battuto per evitare le trivellazioni petrolifere al largo della costa di Monopoli e il Comitato per la Tutela delle Coste che si è occupato con coraggio della questione degli sversamenti di sostanze oleose e maleodoranti nella zona nord di Monopoli, nei pressi di Cala Corvino.

In tal senso sono stati avviati dei controlli a cura dei componenti del Comitato che intendono ora rivolgersi al magistrato Bretone per fare chiarezza su questi episodi incresciosi.
Un invito di apertura al M5S - Il Movimento “per la governabilità” XII Ottobre lancia un invito di apertura ai grillini.

Un’apertura che vada verso tutte quelle realtà locali associative che hanno una loro storia e che, in linea con il Movimento 5 stelle, si impegnano nella tutela del territorio, lontane dai partiti.

In tal senso, vista la condivisione d’intenti, si potrebbero auspicare rapporti di collaborazione e alleanze future.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

 

Parole chiave: monopoli, ambiente

 






 

Non sono presenti commenti

 

 

 

 

lunedì 24 aprile 2017

Abbigliamento e accessori moda Kikia
Italian Style
Spazio promozionale
Abbigliamento per lo sport e il tempo libero Selleria "Prestige"
Abbigliamento e articoli per l’equitazione e per il tempo libero
Spazio promozionale
Assistenza Aiuto
Powered by Gosystem