Prima Pagina Politica| Cronaca| Attualitā| Cultura e spettacolo| Sport| Rubriche| Eventi e appuntamenti| Media|
Musica
martedė, 26 febbraio 2013 ore 02:04
Il Dirockato Winter ospita Paolo Benvegnų

Presso il Kambusa Rock Bar, mercoledì 27 febbraio le “Selezioni dirockate”, mentre lunedì 4 marzo, la sezione speciale “Maledetti Cantautori”

Monopoli - La settimana più intensa del Dirockato Winter, la rassegna musicale in corso di svolgimento a Monopoli.


Mercoledì 27 febbraio 2013 ricominciano le "Selezioni dirockate", attraverso le quali saranno scelte le band pugliesi che saranno tra le protagoniste del Dirockato Festival 2013.
Si esibiranno:
- Carolina da Siena (Bisceglie)
- La Pest3 (Bari)
- Led Nella Notte Insonne (Monopoli)
- Plof (Fasano)


L'ordine di esibizione delle band sarà estratto a sorte prima della serata.


Lunedì 4 marzo 2013, per la sezione speciale "Maledetti Cantautori", il Dirockato Winter ospiterà Paolo Benvegnù in duo acustico con Luca "Roccia" Baldini per l'Odontoevskij Tour, "opere semiserie sui ghiacci e le fiamme".


In allegato bio, foto e ulteriori dettagli sulle date.


Entrambi i live si terranno presso il Kambusa Rock Bar di Monopoli (BA) e sono ad ingresso libero.
Start ore 22:00.

PAOLO BENVEGNU’
Uno dei più grandi artisti del panorama nazionale. Eclettico, originale, innovatore.
Chitarrista – cantante fondatore degli Scisma, gruppo alternative-rock (ormai sciolto) di fine anni ‘90, considerati una delle band italiane di maggior respiro internazionale e, non a caso, in grado di suonare anche nei festival di mezza Europa.
Segue la svolta cantautorale, con diverse collaborazioni nel panorama fiorentino, fino alla pubblicazione di “Piccoli fragilissimi film” (2004 – Santeria / Stoutmusic), uno delle pietre miliari della musica italiana.
L’album diventa immediatamente un classico dello scenario nazionale e proietta definitivamente “i” Paolo Benvegnù (l’artista rifiuta la dizione di solista) al centro del nuovo cantautorato italiano, “slegato dagli schemi e nomi del passato, ma anche dalle logiche ammuffite del mainstream moderno”. (cit. Onda Rock).
Da quel momento in poi, per i Paolo Benvegnù è una serie continua di conferme (tra EP e album), fino alla pubblicazione di “Hermann” (2011 – La Pioggia Dischi), “colonna sonora di un film mai girato”. Il disco, infatti, ha realmente le tensioni, le pause, i silenzi di un lungometraggio, raggiungendo un grado di suggestione elevatissimo.
Al Dirockato Winter Paolo Benvegnù, in duo acustico con Luca “Roccia” Baldini, presenta l’Odontoevskij Tour, “opere semiserie sui ghiacci e le fiamme”, intervallato da letture e monologhi.
Un viaggio dentro la musica, e la parola, vera.

BIOGRAFIA INTEGRALE

Paolo Benvegnu’ è uno dei migliori autori del nostro paese, un vero artista della parola suonata,  le sue canzoni sono state cantate anche da Irene Grandi (E’ solo un sogno), Giusy Ferreri, Marina Rei (Il mare verticale) e da ultimo, l’immensa Mina (Io e te, nell’ultimo album della cantante, Caramella).
Paolo Benvegnù è stato il chitarrista-cantante fondatore degli Scisma, imprescindibile gruppo alternative-rock italiano ormai sciolto, con cui ha registrato, prodotto e composto tre dischi  su etichetta Parlophone-EMI. Dal 1996 al 2000 la band gardesana e' stata vincitrice di Arezzo Wave, e unica band italiana prescelta per i Festival europei "Europa connection", "Le primtemps de Bourges" (Francia), ha vinto il Premio Ciampi 1998,  e svolto centinaia di concerti in Italia e in Europa.
Dopo lo scioglimento degli Scisma, Benvegnù si trasferisce a Firenze per collaborare con Marco Parente finendo per suonare nell'album dell'artista fiorentino “Trasparente”, uscito per Mescal/Sony.
Paolo Benvegnù diventa anche uno dei quattro cantanti del Presepe Vivente (cantante), spettacolo di e con David Riondino e Stefano Bollani.
Instaurato presto un forte legame con tutta la scena artistica contemporanea di Firenze, Benvegnù costruisce un proprio studio di registrazione a Prato, e parallelamente alla nuova carriera solista, inizia quella di produttore artistico con tantissimi album lavorati, tra i quali Perturbazione, Terje Nordgarden e Brychan.
Il brano di Paolo "E' solo un sogno" viene inserito da Irene Grandi nel suo album del 2003, ed è stato anche incluso nel successivo “Best Of” di Irene in una versione live registrata con Stefano Bollani.
Nello stesso periodo Paolo Benvegnù stringe un accordo con le label toscane Santeria e Stoutmusic che pubblicano il suo primo album solista “Piccoli Fragilissimi Film”. Il disco  diventa immediatamente un “classico” del panorama indipendente, ricevendo un ottimo riscontro di pubblico, recensioni entusiastiche e piazzandosi tra i migliori album del 2004.
L'album viene seguito da un lungo tour di oltre 150 date, che riceve il premio come “Miglior Tour 2004” al MEI e si conclude ad ottobre 2005 a Firenze, con un ambizioso spettacolo intitolato “Piccoli Fragilissimi Sport”.
Tra il 2006 ed il 2007 c'è il coinvolgimento di Paolo come artista e come produttore al disco “Cime Domestiche” (RadioFandango/Edel): una riuscita reinterpretazione di brani folk del Trentino in compagnia di Petra Magoni e Ares Tavolazzi.
A fine 2007 Paolo Benvegnù da alle stampe un nuovo EP sulla propria nuovissima etichetta  “La Pioggia Dischi”, intitolato “14-19”, il disco crea grande attesa per il nuovo album “Le Labbra”, che esce a febbraio 2008 con distribuzione Venus.
L'album viene accolto immediatamente come uno dei migliori dischi italiani degli ultimi anni e viene accompagnato dal singolo de “il Nemico”, presentato live anche a Scalo76 su RAI2. A inizio 2009, Benvegnù prende parte al progetto/compilation “Il Paese è Reale” degli Afterhours, con il brano Io e il mio Amore;
Il 3 aprile  esce l’ EP di Paolo Benvegnù intitolato “500” e lanciato dal singolo “Nel Silenzio”, prodotto da Fabrizio Barbacci (Ligabue, Roy Paci) ed il tour porta Paolo al Primo Maggio a Roma, sul main stage di Italia Wave per concludersi a dicembre 2009 al Circolo degli Artisti di Roma, con Dissolution, il memorabile concerto divenuto nel giugno 2010 un disco dal vivo omonimo che ha dato luogo a un fortunato tour nazionale di oltre venti date nelle principali città italiane.
Nel maggio 2010 Mina esce con il suo nuovo cd “caramella” nel quale reinterpreta un brano di Benvegnu’ “ io e te” contenuto nel primo disco da solista “ Piccoli fragilissimi film”.
Il video de “Io e il mio amore”, singolo inedito del cd “Dissolution” (2010) , vince il Premio Miglior Fotografia al PIVI 2010 , e come miglior brano indipendente 2010  nel concorso TOP INDIES 2010 indetto dal MEI. Sempre nel 2010 Benvegnu’  gira l’Italia con il suo “Dissolution Tour”  con il quale partecipa alla Woodstock a cinque stelle organizzata da Beppe Grillo, e La città Aromatica di Mauro  Pagani;
Nel febbraio 2011 esce Hermann ( la pioggia dischi / venus),  il disco viene recensito con favore dai maggiori quotidiani e magazine nazionali, oltre che dalla stampa specializzata e viene presentato in molte trasmissioni di qualità  Radio 1 ( Start , Steronotte, Suoni d’estate) Radio 2 ( Radio 2 live, Moby dick, Twilight)  e Radio 3  ( alza il volume) , Isoradio ( ZTL e concerti in sicurezza) e Rai 3 Parla con me .
L’autunno 2011 è una stagione ricca di soddisfazioni per Paolo Benvegnu’,  che riceve il Premio Radioindie Music Like,  come artista più trasmesso dal circuito radiofonico che determina la classifica Indie Music Like.
Il disco si classifica secondo alle Targhe Tenco 2011, nella categoria miglior disco in assoluto dell’anno. Inoltre Paolo Benvegnu’ è tra i vincitori del PIMI ( premio miglior solista dell’anno) - Premio Italiano Musica Indipendente 2011.

Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

   

 

Parole chiave: monopoli, dirockato

 






 

Non sono presenti commenti

 

 

 

 

giovedì 30 marzo 2017

Abbigliamento per lo sport e il tempo libero Selleria "Prestige"
Abbigliamento e articoli per l’equitazione e per il tempo libero
Spazio promozionale
Assistenza Aiuto
Powered by Gosystem